Scroll to top

Muffa sui muri: che cos’è e come intervenire

La muffa sui muri è un problema che danneggia le case e mette a rischio la nostra salute.

La muffa si presenta soprattutto in strutture non isolate termicamente e soggette all’umidità (il giusto tasso di umidità in un’abitazione deve attestarsi tra il 55% e il 65% e non deve essere mai superiore a quest’ultimo valore).

Che cos’è la muffa sui muri

Le muffe appartengono alla famiglia dei funghi, si riproducono per mezzo delle spore che poi germinano dando origine ai caratteristici filamenti.
Le spore sono molto volatili. Per questo motivo la muffa può essere ingerita o inalata accidentalmente.

Perché si forma la muffa?
Le germinazione delle spore è un fenomeno naturale. Appartenendo al regno dei funghi, anche le muffe possono comparire e svilupparsi rapidamente. Hanno bisogno di ambienti interni umidi, poco arieggiati e scarsamente isolati.  Se anche tu sei alle prese con questo problema, ecco quello che hai bisogno di sapere.

Ma che cosa rende umidi gli ambienti?

  1. La formazione di condensa
    La condensa è causata dal contatto dell’aria umida con superfici interne fredde. Si parla di ponti termici, ovvero parti delle pareti interne non isolate a sufficienza che quindi si raffreddano. Ad esempio, vecchi infissi possono diventare ponti termici.
  2. L’infiltrazione d’acqua
    Le infiltrazioni d’acqua si manifestano con la tipica macchia di umidità sul muro. Tra le cause più comuni: la rottura di tubature; la scarsa tenuta degli infissi; i muri non coibentati.
  3. Altri problemi di umidità
    Altri problemi di umidità possono essere legati alle condizioni atmosferiche del luogo in cui si trova l’abitazione (ad esempio, case al mare o sul lago o in ambienti piovosi).  Infine, vi è la cosiddetta umidità di risalita dal sottosuolo. Quest’acqua porta con sé i sali minerali che si depositano nella zona bassa delle pareti, dove si forma una barba bianca, simile a muffa.  In questo caso, potrebbe non trattarsi di muffa bianca, ma di residui di salnitro concentratosi dopo che l’acqua di risalita è evaporata.

Muffa bianca, muffa gialla, muffa nera, muffa a puntini ecc: quando è pericolosa?

Muffa bianca, muffa gialla e altre muffe potrebbero causare problemi di salute. Tra i più comuni, asma e reazioni allergiche.
Soprattutto la muffa nera – Stachybotrys chartarum – può provocare anche patologie severe. Intervieni immediatamente se noti muffa in casa.

Come pulire la muffa

Generalmente, si utilizza la candeggina diluita al 50% in acqua, e si strofina l’area con un panno bagnato. Procedi con cura per evitare che le spore di diffondano nella stanza. L’operazione potrebbe disperdere nell’aria le spore della muffa. Indossa guanti e mascherina e risciacqua di continuo il panno: eviterai di ingerire o inalare la muffa. Un consiglio in più? Apri la finestra!

I rimedi naturali per pulire la muffa

Ci sono anche rimedi naturali. Alcuni, infatti, preferiscono pulire la muffa con aceto e bicarbonato di sodio. Valgono gli stessi tips: guanti, mascherina, finestra aperta e panno sempre pulito.

Le soluzioni per agire sulle cause della muffa

Pulire la muffa è la prima cosa, ma se non si agisci sulle cause il problema si ripresenterà. Quali sono le possibili soluzioni?

  1. Ricambio d’aria e microventilazione
    Arieggiare la casa è una buona abitudine per disperdere le spore (così come virus, batteri e altri germi). Per riportare il tasso di umidità al livello ottimale del 65%, spalanca le finestre per 5 minuti, 3 volte al giorno.Alcuni infissi sono dotati di sistemi di microventilazione, ovvero aperture minime che permettono un ricambio d’aria quasi continuo, che perciò contribuisce a arieggiare la casa in maniera costante.
  2. Cappotto termico
    Il cappotto termico è un rivestimento interno o esterno delle pareti con funzione isolante. Mantiene costante la temperatura interna della casa e rende l’ambiente ostile alle muffe.
  3. Infissi
    Gli infissi giocano un ruolo chiave contro le muffe. Gli infissi vecchi sono più soggetti a problemi di umidità. Potrebbero trasformarsi in ponti termici. Al contrario, invece, gli infissi in alluminio con taglio termico di ultima generazione hanno conducibilità termica molto bassa, quindi un’ottima trasmittanza: mantengono cioè la casa termoisolata.

Gli infissi in alluminio contro la muffa

Le finestre in alluminio a taglio termico azzerano il rischio di ponti termici e di dispersione del calore.

Da questo punto di vista, le performance dell’alluminio a taglio termico sono decisamente superiori a quelle delle finestre nei diversi materiali.
Anche il PVC ha buone doti di conducibilità e trasmittanza termica, ma solo gli infissi in alluminio presentano tutti questi ulteriori plus:

• non richiedono manutenzione anche per 50 anni
• resistono alle sollecitazioni meccaniche
• sono 100% ecosostenibili
• sono di design e altamente personalizzabili, anche con cornici praticamente inesistenti, in cui il vetro e la luce fanno da padrone. Questo senza perdere le caratteristiche isolanti di cui abbiamo parlato.

L’importanza della posa degli infissi

Un aspetto da non sottovalutare però è la posa degli infissi. L’installazione ha un peso importante nella capacità di isolamento termico. Anche un infisso in alluminio con taglio termico può essere inefficace se installato male. Per ovviare a questo problema, Ponzio ha creato una rete capillare di rivenditori AreaPonzio in tutta Italia. Tutti i serramentisti Ponzio seguono procedure standard e codificate per posare gli infissi. Una sicurezza in più per i clienti.

Gli infissi antimuffa Ponzio non rinunciano al design

Gli infissi in alluminio Ponzio coniugano il massimo della funzionalità con il massimo dell’estetica.
Infissi a scomparsa, scorrevoli, vetrate in cui la struttura di alluminio è a malapena visibile, finestre di design con texture, forme e colori personalizzabili quasi all’infinito.  Inoltre, tutti gli infissi Ponzio garantiscono le più alte prestazioni di:

• isolamento termico
• sicurezza antieffrazione
• efficienza energetica
• isolamento acustico

Opzionalmente, si può aggiungere un sistema di microventilazione con apertura 13mm per il ricambio costante di aria.

Vuoi sostituire i tuoi infissi con finestre in alluminio di altissima qualità? Cerca il rivenditore AreaPonzio più vicino a te.

Related posts