Scroll to top

Come si Puliscono i vetri delle finestre

come pulire vetri

Pulire le finestre è un’operazione necessaria e qualche volta faticosa: spesso, però, il risultato è deludente. Questo perché ottenere vetri senza aloni non è così semplice. Normalmente, si rischia di fare alcuni piccoli errori nella procedura di pulizia, che possono inficiare tutto il lavoro. Ci sono però alcuni trucchi che possono essere davvero utili per ottenere finestre pulire, senza aloni e con un effetto che dura nel tempo.

In questo articolo, abbiamo raccolto alcuni suggerimenti che puoi fare tuoi per avere finestre trasparenti e senza macchie.

Come si puliscono i vetri delle finestre senza lasciare aloni

Se quello che vorresti ottenere è una pulizia dei vetri perfetta, senza aloni e senza residui di detergente, allora ti consigliamo di seguire questa procedura in tre step: pulizia, lavaggio e asciugatura.
L’ideale, sarebbe di ripetere questa operazione almeno una volta al mese, per avere vetri sempre puliti. In via generale è meglio fare questo lavoro in orari in cui il sole non è alto nel cielo, o le finestre da lavare non sono esposte direttamente ai raggi.

pulizia dei vetri senza aloni

La pulizia delle finestre

La pulizia dei vetri è l’azione preliminare: serve ad eliminare la polvere e lo sporco più leggero e superficiale. Va eseguita con un panno morbido asciutto, con movimenti orizzontali a partire dagli angoli più alti della finestra, scendendo fino in fondo. Puoi utilizzare una pezza di cotone: le vecchie magliette sono perfette per questa operazione. Non graffiano i vetri e non devi gettarle via.

Un trucco che puoi utilizzare per individuare più facilmente eventuali aloni residui, è invece questo: pulisci i vetri interni con movimenti orizzontali e quelli esterni con movimenti verticali. In base alla direzione dell’alone sarà facile individuare se questo si trova all’interno o all’esterno della finestra.

pulizia dei vetri con panno morbido

Lavare le finestre

La seconda fase è quella del lavaggio con acqua calda o con acqua tiepida e con un panno in microfibra ben strizzato.

Per lavare i vetri puoi utilizzare acqua e aceto, oppure puoi diluire circa 2 cucchiaini di detersivo per i piatti in un litro d’acqua (1 cucchiaino in mezzo litro).

Sia l’aceto sia il detergente per stoviglie hanno un ottimo potere sgrassante che agisce in profondità su macchie e aloni. Per spargere la soluzione in maniera uniforme, puoi utilizzare un contenitore spray pulito.

Tra le due sostanze, l’aceto è quella ideale per chi vuole utilizzare un detergente che non abbia un impatto sull’ambiente, oppure nel caso in cui si abbiano allergie ai profumi o alle componenti dei detersivi industriali.

Overview 2 ante ponzio

Asciugare i vetri delle finestre

L’asciugatura delle finestre deve essere accurata per ottenere un vetro senza aloni. Quello che serve è un materiale assorbente. La soluzione perfetta è poco costosa e a portata di mano: la carta di giornale.

Non è solo un materiale economico e facilmente reperibile, ma ha un segreto: quando viene strofinata sul vetro, la carta del giornale si “sfalda” lasciando un sottilissimo film trasparente adeso alla finestra. Questa protezione farà in modo che la pulizia sia più duratura!

Per questo ti consigliamo di leggere e conservare qualche quotidiano nelle settimane precedenti la pulizia delle finestre: ti tornerà davvero utile.

giornali

Tre errori da non fare per pulire i vetri

La procedura per vetri perfettamente puliti è finalmente svelata. Però vogliamo darti ancora tre consigli: si tratta di tre errori da non fare per non inficiare il lavoro di pulizia dei vetri.

Non usare acqua fredda. Infatti, l’acqua fredda sgrassa meno che l’acqua calda o l’acqua tiepida. Il calore “scioglie” il grasso e agisce sullo sporco, coadiuvando l’azione dell’aceto o del detersivo per piatti;

Non usare carte ruvide che possono graffiare i vetri, né in fase di pulizia né di asciugatura. Attenzione ad esempio se decidi di utilizzare la carta asciugatutto, perché alcune texture potrebbero rovinare il vetro. Assolutamente, evita spugnette abrasive o le spugnette in lana di acciaio;

Evita di fare la pulizia dei vetri quando il sole è troppo alto o fa troppo caldo. Non ci crederai, ma l’evaporazione dell’acqua troppo repentina è responsabile di molti aloni fastidiosi, oltre che di residui visibili di detergente.

E per pulire gli infissi in alluminio?

Il rischio principale quando si pulisce l’infisso in alluminio è quello di rovinare la vernice. Per questo anche per pulire gli infissi in alluminio, mentre pulisci le finestre, devi semplicemente fare attenzione a non utilizzare materiali o sostanze troppo aggressive.
Quindi:

Sì a acqua calda e aceto o acqua calda e detersivo molto diluito, no a detergenti acidi;
Sì al panno morbido o alla pezza in microfibra, no a spugne abrasive e pagliette in acciaio;
Sì all’asciugatura con carta e fogli di giornale o con una vecchia t-shirt, no a carte e stoffe con texture ruvide.

pulire gli infissi in alluminio

Se invece gli infissi in alluminio sono rovinati ed è arrivato il momento di sostituirli con infissi nuovi, di qualità superiore e che non richiedono manutenzione fino a 50 anni, contatta il rivenditore Area Ponzio più vicino a te e scopri tutte le nostre soluzioni per i serramenti in alluminio.

eliminare la muffa dai muri
efficienza energetica pozio

Related posts